Al via i lavori di consolidamento del Teatro Romano di Volterra!

Sabato 2 marzo 2013, in occasione della presentazione del volume “Mura Etrusche di Volterra: conservazione e valorizzazione”, la Fondazione Cassa di Risparmio di Volterra e la Soprintendenza per i Beni Archeologici della Toscana hanno sottoscritto un importante Protocollo di Intesa che permetterà di formalizzare e dare avvio ai lavori di consolidamento e messa in sicurezza del Teatro Romano di Volterra.

Il Teatro, riportato in luce negli anni cinquanta da scavi archeologici condotti in località Vallebuona dal Prof. Enrico Fiumi, si data alla fine del I secolo a.C. e la sua costruzione venne finanziata dalla ricca famiglia volterrana dei Caecina. Purtroppo negli ultimi anni, a causa del passare del tempo e delle intemperie, il monumento è stato oggetto di un progressivo deterioramento e per questo gli enti e le istituzioni del territorio hanno deciso di dare avvio ad un progetto di consolidamento.

Tale iniziativa, emersa a seguito di incontri istituzionale tra il Comune di Volterra, la Fondazione della Cassa di Risparmio di Volterra, la Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici e la Soprintendenza per i Beni Archeologici della Toscana, garantirà a questo importante complesso teatrale, gioiello di epoca imperiale, opere di manutenzione straordinaria finalizzate ad eliminare le principali criticità; a fine lavori, inoltre, sarà possibile fruire ancora di più del bellissimo complesso monumentale con l’apertura delle terme, attualmente chiuse al pubblico.